www.includendo.net


Contesto Pagina

OPERATORI CAPACI DI GESTIRE NETWORK SOCIALI
Coordinamento Lucia Cavallin (Coop. Solidarietà - Treviso)

Scarica la presentazione completa del laboratorio

Gli ingredienti per l'operare inclusivo:

La tesi che intendiamo esplorare all'interno di questo laboratorio è quella della necessità di un "cambiamento di rotta", che consenta di passare da un ruolo ed una gestione tradizionale dei servizi, ad una organizzazione per progetti rispondenti all'approccio inclusivo. In questo senso diviene fondamentale "destrutturare" i servizi. La destrutturazione e la rottura della linearità sono un terreno fertile per lasciare spazio ad un nuovo modus operandi. In questi anni sono state fatte numerose sperimentazioni e avviate progettualità che rispondono a questa nuova ottica. Esperienze e buone prassi che permettono oggi di individuare alcune evidenze e ingredienti fondamentali per l'operare inclusivo. Nel nostro laboratorio cercheremo di mettere a fuoco gli ingredienti e le seguenti direttrici principali del cambiamento nell'ambito di lavoro dell'operatore inclusivo:

1) Da rapporto Operatore-utente a mediatore: come conferire potere e autodeterminazione alla persona con disabilità e ai suoi caregiver? Il ruolo dell'operatore come mediatore nei contesti di vita della persona;

2) Andare oltre il perimetro: Quali opportunità offre il contesto "intorno"? Come intercettarle e raggiungerle rovesciando la logica da "costo sociale" a "valore sociale"?

3) Verso la co-progettazione: Come superare l'approccio bidimensionale del "progetto personalizzato? SE è vero che abbiamo a che fare con persone adulte, in alcuni casi in grado di autodeterminansi, come possiamo favorire dei processi partecipativi, in cui le persone con disabilità, i loro familiari insieme agli operatori possano co-progettare gli interventi e le proposte che li riguardano. Come uscire dalla logica assistenziale per abbracciare una logica di sviluppo di comunità e progettazione partecipata degli interventi?

A dimostrare che è possibile tracciare queste traiettorie L'ASL di Pordenone ; Coop Itaca e UMA Ambito di Rho ci racconteranno la loro esperienza. Tre realtà che ci aiuteranno a delineare il nuovo profilo di competenze e il ruolo dell'operatore inclusivo capace di gestire e promuovere network sociali.


Scelta Rapida